Naturopatia

Naturopatia

La Naturopatia, cos’è e come funziona

Spesso sentiamo parlare di “qualità della vita”. Ma cosa si intende veramente? Nell’attuale società occidentale si è rilevato un netto aumento delle malattie cronico degenerative da stress e da invecchiamento e molte persone si sono rivolte con successo, oltre ai metodi terapeutici tradizionali, a discipline naturali ormai riconosciute come valide e in grado di migliorare la qualità della vita. Dunque diventa sempre più importante vivere in un ambiente adeguato, migliorare il proprio stile alimentare, ritrovare un rapporto armonico con se stessi e una comunicazione felice con gli altri, imparare a conoscere il proprio corpo, a interagire con le emozioni, a prevenire i disturbi che possono degenerare in malattie vere e proprie. Il NATUROPATA è una figura nuova che può aiutare ciascuno di noi a vivere meglio, in sintonia con se stesso, secondo i principi della psicosomatica- e con la natura- in una prospettiva olistica che si rifà alla tradizione, ma anche alle scoperte della fisica moderna.
La parola “olistico” è la chiave di questo nuovo, ma antico modo di concepire l’uomo. TUTTO E’ UNO.
Per affrontare in un modo nuovo tutti gli aspetti della nostra vita è fondamentale capire che l’uomo è tutt’uno con l’universo che lo circonda, ma soprattutto non c’è in lui separazione tra mente e corpo. In base a questo concetto, dunque, possiamo comprendere perché ciò che introduciamo dentro di noi, sia cibo che emozione, può influenzare la nostra salute. Tutte le malattie si possono definire psicosomatiche, in quanto in ogni patologia vi sono un aspetto fisico ed uno psicologico.
La fisica quantistica ha dimostrato che tutta la materia esistente ha una duplice natura:; essa si può manifestare sia sotto forma di energia (l’onda elettromagnetica) che come corpo fisico (il corpuscolo), quindi fra sostanza e forma, fra energia e materia, non vi è alcuna separazione., così come tra mente e corpo, che sono espressione di un’unica entità, che rappresenta dunque l’universo psicofisico.
In questa lettura diventa così estremamente importante la simbologia degli organi: oggi c’è l’esigenza di ritrovare un vecchio approccio simbolico, unendo un approccio scientifico alla malattia. Da questo concetto possiamo capire quanto noi e la natura siamo soggetti alle stesse leggi chimico-fisiche; possiamo vederlo nella ciclicità degli eventi, sia nella natura, nell’universo, che nel corpo umano.
Dunque tutto cambia e si trasforma in continuazione nell’universo e anche nel corpo umano.

Il Naturopata è un operatore del benessere, non è un medico, non emette diagnosi, non prescrive farmaci.

La naturopatia è una disciplina che tratta sintoni e disturbi che non hanno una causa patologica e che la medicina tradizionale, anche utilizzando tecniche di diagnosi sofisticate, non riconosce. Questo avviene quando il disturbo è originato solo da uno squilibrio energetico e vibrazionale dell’organismo causato a sua volta da problemi psicologici, alimentari o di stili di vita non corretti.

L’utilizzo di trattamenti manuali non invasivi (indolore) e l’uso di prodotti completamente naturali, consentono al naturopata di ripristinare l’equilibrio bioenergetico perso consentendo così il recupero della forza vitale della persona aiutandola a migliorare passo dopo passo il proprio stile di vita.

I consigli naturopatici sono compatibili con terapie e trattamenti di medicina convenzionale. Il codice deontologico del naturopata prevede che la sue prestazioni non devono in alcun modo interferire o sostituire il medico o lo specialista e che, qualora dal consulto naturopatico emerga un problema patologico, è dovere del terapeuta consigliare al paziente di rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Questa disciplina non fa altro che riprendere i concetti antichi di medicina naturale ( non dimentichiamo che un tempo ci si curava con le piante) e riadattarli al nostro tempo, tenendo conto di tutti i fattori che influenzano la nostra vita, il nostro corpo e la nostra mente.